ASTRONEWS …L’Asteroide Gault condannato all’autodistruziione.

Si tratta di un Asteroide di  circa 4 km di diametro che  ha perso in pochi mesi oltre sette milioni di tonnellate di materia, lasciandosela alle spalle sotto forma di due lunghe scie di polvere e, da qualche mese, esibisce un comportamento bizzarro: ha una coda, anzi, due., come un frac. Due lunghe e sottilissime scie di polvere che lo fanno somigliare a un’elegante cometa; insomma perde materiale durante la sua orbita.
Questo è il sintomo di un fenomeno d’autolesionismo: che prende il nome di effetto Yorp (*) 6478 Gault – questo il suo nome – sta attraversando un processo che potrebbe portarlo all’autodistruzione.

(*) l’effetto YORP, o per esteso effetto Yarkovsky–O’Keefe–Radzievskii–Paddack, è un ampliamento del più noto effetto Yarkpwsky per includere anche altri fattori, oltre all’irraggiamento del calore assorbito dal Sole, che influiscono sulla variazione della velocità di rotazione dei corpi di piccole dimensioni del Sistema Solare, come gli asteroidi.

Lascia un commento

Your email address will not be published.